Seleziona una pagina

SOLE

allergia ed ipersensibilità

Sole: Allergia ed ipersensibilità.

Prevenzione e Rimedi Omeopatici

L’allergia solare comprende diversi disturbi causati dall’esposizione al sole tra i quali i principali sono: l’orticaria solare, la lucite estiva benigna e gli episodi di fotosensibilizzazione.

Orticaria solare

L’orticaria solare provoca la comparsa di un eritema pruriginoso con puntini arrossati, gonfi e diffusi che si manifesta entro pochi minuti dall’esposizione solare; tempistica che differenzia l’orticaria solare dalla lucite solare benigna che invece si manifesta tra le 12 e le 72 ore dopo l’esposizione al sole. L’aspetto molto arrossato e gonfio delle papule è dovuto alla liberazione di istamina, infatti si tratta in tutto e per tutto di un’allergia.

L’origine esatta dell’orticaria solare è tuttora sconosciuta e colpisce maggiormente le donne, (tre donne ogni uomo).

L’orticaria solare svanisce naturalmente entro un giorno dal suo manifestarsi, evitando accuratamente l’esposizione al sole fino alla scomparsa dei sintomi. Per scongiurare un nuovo episodio di orticaria solare, bisogna abituare progressivamente la pelle alla luce solare ed aiutarsi utilizzando rimedi preventivi naturali, illustrati di seguito.

Lucite estiva benigna

Prima di tutto bisogna sapere che, nonostante i numerosi studi effettuati, la lucite estiva benigna è una malattia cutanea di cui non si conosce l’origine esatta. Resta il fatto che sappiamo esattamente quale sia il fattore scatenante l’eritema cutaneo: l’esposizione prolungata ai raggi UVA (raggi solari) che penetrano profondamente la pelle perturbando il sistema immunitario e danneggiando le cellule della cute.

La lucite estiva benigna è anche detta allergia al sole, si manifesta d’estate e colpisce principalmente le donne in età compresa tra i 15 ed i 35 anni, anche se molto raramente, può colpire gli uomini e i bambini.

I sintomi della lucite estiva benigna sono caratterizzati dalla comparsa di un’eruzione cutanea con piccole vesciche che si manifestano nell’arco delle 12 – 72 ore successive all’esposizione, con arrossamento della pelle e prurito. L’eritema colpisce maggiormente le zone della cute che non sono state esposte al sole durante tutto l’anno come il décolleté, le spalle, le braccia, le gambe, il dorso delle mani e dei piedi. Fortunatamente l’allergia al sole non si manifesta praticamente mai sul viso in quanto esso è permanentemente esposto ai raggi UV e in un certo senso risulta desensibilizzato.

Tuttavia non c’è da preoccuparsi, la lucite estiva è un disturbo temporaneo e non pericoloso che sparisce nel giro di una decina di giorni, semplicemente evitando di esporsi al sole.

Anche in questo caso, per evitare un nuovo episodio di lucite estiva benigna, bisogna abituare progressivamente la pelle alla luce solare ed aiutarsi utilizzando rimedi preventivi naturali, illustrati di seguito.

Episodi di fotosensibilizzazione

La fotosensibilizzazione è una reazione anomala della pelle all’esposizione solare di origine prettamente farmacologica: certi medicinali, assunti via orale o applicati localmente (creme, lozioni, gel…) scatenano una reazione allergica cutanea se ci si espone ai raggi al solari.

La fotosensibilizzazione si manifesta nel giro di qualche ora determinando un rossore cutaneo diffuso e doloroso simile ad una scottatura solare intensa, a volte accompagnato da bolle. L’intensità dell’allergia dipende sia dalla durata dell’esposizione al sole e dalla quantità di farmaco assunto.

Svanisce progressivamente sospendendo l’assunzione del farmaco (se possibile) e/o l’esposizione al sole.

Prevenzione e rimedi a disposizione

Inutile dire che la migliore prevenzione è il buon senso: purtroppo lo sappiamo, il sole è sempre più pericoloso, soprattutto per i nostri bambini che possono subire danni permanenti e predisponenti ai tumori della pelle in età più avanzata…

    • Evitare l’esposizione solare nelle ore più critiche: dalle 10 alle 15, ora solare.
      Proteggersi con un abbigliamento adeguato, soprattutto nelle ore più a rischio.
    • Utilizzare, anche in caso di tempo nuvoloso, creme solari ad indice protettivo alto (SPF 30 o 50) con spettro anti UVB e UVA da rinnovare ogni 3 ore.
    • Esporsi progressivamente al sole (20 minuti al giorno) prima delle 10 del mattino e dopo le 15 del pomeriggio, ora solare, cominciando qualche settimana prima delle vacanze.
    • Se si assumono farmaci, informarsi presso il farmacista in merito a possibili effetti indesiderati di fotosensibilizzazione del farmaco assunto.
    • Risulta molto utile anche assumere, almeno un mese prima e durante tutta la durata dell’esposizione, un integratore alimentare ricco in carotenoidi (betacarotene e licopene), antiossidanti, vitamine E, vitamina C, selenio e omega-3. Tale integrazione renderà la cute più forte e capace di difendersi dall’aggressione dei raggi solari oltre a garantire un colorito uniforme e duraturo.
    • L’omeopatia risulta efficace sia nella prevenzione che nell’acuto (vedi di seguito).
    • &nbsp

      Allergia al sole e omeopatia

      &nbsp
      Prevenzione

    • Quindici giorni prima della bella stagione o della partenza per le vacanze e durante tutta la durata dell’esposizione: MURIATICUM ACIDUM 7 CH, 5 granuli mattina e sera.
    • Il rimedio di fondo delle patologie da allergia solare (solitamente prescritto dal naturopata) è NATRUM MURIATICUM da 9 a 15 CH, 5 granuli una volta alla settimana.
    • Nelle persone soggette all’orticaria solare: HISTAMINUM da 9 a 15 CH, in dose unica (globuli) oppure 10 granuli in un unica somministrazione da ripetere una volta alla settimana.
    • &nbsp
      In acuto

      Rimedi da prendere contemporaneamente:
      &nbsp

    • MURIATICUM ACIDUM 7 CH, 3 granuli tre volte al giorno;
    • APIS MELLIFICA 5 CH, 3 granuli ogni ora nel culmine della manifestazione cutanea; diradare gradualmente le somministrazioni al migliorare dei sintomi (vedi di seguito);
    • BELLADONNA 5 CH, 3 granuli ogni ora nel culmine della manifestazione cutanea; diradare gradualmente le somministrazioni al migliorare dei sintomi (vedi di seguito);
      N.B: In caso di forte prurito assumere in aggiunta URTICA URENS 7 CH, 3 granuli ogni ora nel culmine della manifestazione cutanea; diradare gradualmente le somministrazioni al migliorare dei sintomi (vedi di seguito).

      A partire dal giorno dopo, bisognerà diradare la somministrazione dei rimedi nel seguente modo: 3 granuli tre volte al giorno, quindi il giorno seguente 3 granuli due volte al giorno ed infine 3 granuli una volta al giorno.

      Naturalmente bisognerà astenersi dall’esposizione al sole fino alla scomparsa totale dei sintomi.

      Buona SALUTE a tutti! LR

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai GRATIS la Newsletter di Universo Natura Benessere riguardante il mondo della Medicina Naturale

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento facendo clic sul link di annullamento dell’iscrizione nel piè di pagina di ogni email che ricevi o contattandomi su info@universonaturabenessere.com. Tratterò le tue informazioni con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle pratiche della privacy, consultare la pagina – privacy policy. Cliccando qui sotto, accetti che vengano elaborate le tue informazioni in conformità con questi termini.