Seleziona una pagina

SPF

protezione solare

Protezione Solare (SPF): Come Sceglierla

Perché è fondamentale utilizzare una protezione solare?

Una protezione solare consiste in una qualsiasi sostanza (o materiale) in grado di prevenire gli effetti nocivi dei raggi solari sulla pelle. A parte i rischi connessi al calore, l’azione del sole rappresenta un pericolo per scottature ed eritemi, che possono danneggiare in modo permanente la pelle e causare alterazioni precancerose.

L’esposizione ai raggi ultravioletti è un noto fattore di rischio per lo sviluppo sia del melanoma che di altre forme di tumore che originano dalle cellule basali (carcinomi baso cellulari o basaliomi) o superficiali (carcinomi detti squamo o spino cellulari) dell’epidermide.

Benché meno drammatico rispetto ad una patologia della pelle, i raggi solari favoriscono anche l’insorgenza prematura di rughe e di altri segni di invecchiamento cutaneo.

SPF – Fattore di protezione solare

La sigla SPF sta per fattore di protezione solare e fornisce un’indicazione numerica (da 6 a 50+) relativa alla capacità del prodotto di schermare o bloccare i raggi del sole.

Indicativamente, una crema solare con SPF 30 assorbe circa il 97% dei raggi UVB, mentre il fattore di protezione solare 15 ne assorbe circa il 93%. Un indice elevato indica una migliore protezione contro le scottature provocate dai raggi UVB (maggiore è il SPF, maggiore è la protezione dall’azione del sole).

I dermatologi raccomandano di utilizzare come minimo un fattore di protezione solare 15 da rinnovare ogni due ore e per le persone che svolgono attività all’esterno per lunghi periodi di tempo, raccomandano un fattore di protezione pari a 30 da rinnovare ogni 3 ore al massimo.

Classificazione dei valori SPF
Bassa 6 – 10

Media 15 – 20 – 25

Alta 30 – 50

Molto alta 50+

A questo punto…quale prodotto solare scegliere?

Il prodotto solare più adeguato alle proprie esigenze deve soddisfare diversi criteri sia oggettivi che soggettivi.

Dal punto di vista cosmetologico, dev’essere:

  • in grado di proteggere da tutte le radiazioni ultraviolette (UVB, UVA corti e UVA lunghi);
  • foto stabile (cioè non modificarsi con la luce);
  • sicuro, non tossico e non sensibilizzante;
  • resistente all’acqua (o “molto resistente all’acqua”) e al sudore;
  • di facile applicazione e gradevole sulla pelle.

Dal punto di vista individuale, scegliere il prodotto in funzione:

  • del proprio fototipo. I soggetti con pelle chiara caucasica (soprattutto le persone con lentiggini e capelli biondi o rossi) devono essere particolarmente diligenti nell’applicare la protezione solare e/o proteggersi con abiti e cappelli;
  • della durata e dell’orario dell’esposizione, con la raccomandazione di evitare l’esposizione al sole durante le ore più calde del giorno, dalle 10 alle 16, quando l’intensità del sole è più elevata;
  • della località ed altitudine dove ci si espone al sole. Si stima che le radiazioni UV aumentino del 4% per ogni 1.000 metri di dislivello. Pertanto, ad altitudini più elevate, si dovrebbe applicare e riapplicare più coscienziosamente la protezione solare;
  • della latitudine dove ci si espone al sole, infatti l’intensità del sole diventa maggiore se ci si avvicina all’equatore;
  • delle caratteristiche climatiche, tanto è vero che :alti livelli di temperatura e di umidità innescano una maggiore traspirazione, diminuendo l’efficacia delle creme solari;
  • dell’età. E’ intuibile che bambini ed anziani richiedono un fattore di protezione più elevato visto la maggiore fragilità intrinseca della cute;
  • della presenza di eventuali superfici riflettenti come sabbia, neve, ghiaccio e acqua le quali possono riflettere fino all’80% dei raggi UV, intensificando l’esposizione (radiazione riflessa);
  • dell’assunzione contemporanea di farmaci o presenza di eventuali patologie concomitanti che possono aumentare la sensibilità al sole.

La crema solare perde efficacia nel tempo?

Nel tempo, il contatto con l’ambiente esterno può alterare i filtri solari contenuti nel prodotto, anche se foto-stabili. La non corretta chiusura del flacone, l’infiltrazione di sabbia, ecc. possono modificare l’efficacia e le caratteristiche della protezione solare. Per questo è importante tenere in considerazione la data di scadenza o l’indice PAO (period after opening) riportati sul contenitore primario o in etichetta, e sostituire il prodotto solare al termine di tale periodo per evitare qualunque tipo di rischio per la pelle. L’indice PAO indica il periodo dopo l’apertura (in mesi, esempio: 6M) entro il quale il prodotto solare aperto (e i cosmetici, in generale) può essere utilizzato in tutta sicurezza.

Buona SALUTE a tutti! LR

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra Newsletter

Riceverai GRATIS la Newsletter di Universo Natura Benessere riguardante il mondo della Medicina Naturale

Puoi cambiare idea in qualsiasi momento facendo clic sul link di annullamento dell’iscrizione nel piè di pagina di ogni email che ricevi o contattandomi su info@universonaturabenessere.com. Tratterò le tue informazioni con rispetto. Per ulteriori informazioni sulle pratiche della privacy, consultare la pagina – privacy policy. Cliccando qui sotto, accetti che vengano elaborate le tue informazioni in conformità con questi termini.